Claustrofobia

La claustrofobia, o paura di essere intrappolati, è comune. Se la paura interferisce con la tua vita quotidiana, allora c'è una fobia.

La claustrofobia è una delle paure più comunemente trattate nelle cliniche Kindt. La percentuale di successo è dell'80%.

In questa pagina puoi leggere di più sui sintomi e sul trattamento della claustrofobia. Anche le persone che sono state curate per la claustrofobia presso le cliniche Kindt condividono la loro ervaring.

Sintomi di claustrofobia

A nessuno piace essere bloccato in un bagno o in un ascensore, ma nelle persone con claustrofobia la paura di questo tipo di situazioni è sproporzionata. Si trovano in una situazione che li fa sentire non riuscire a scappare facilmente, quindi sorge una risposta di paura. Il battito cardiaco e il respiro accelerano e spesso qualcuno suda o trema. Il corpo risponde come se ci fosse un grande pericolo.

Razionalmente è noto che un bagno alla fine si riaprirà e che rimanere bloccati in un ascensore non è pericoloso per la vita, ma non importa una volta che la paura colpisce. La minaccia è predominante e l'unico modo per sbarazzarsene è uscire dalla situazione o preimpostare piccoli spazi. evitalo.

Le persone con claustrofobia spesso scelgono di evitare situazioni che innescano la paura. In un cinema, ad esempio, scelgono un posto all'inizio di una fila, controllano la serratura prima di chiudere una porta o si assicurano di essere vicino all'uscita di un concerto.

A seconda della gravità della paura, la claustrofobia può essere molto restrittiva. Ad esempio, se qualcuno evita i bagni, non osa usare i mezzi pubblici o teme le vacanze, è consigliabile curare la claustrofobia. Spesso qualcuno si rende conto solo in seguito di quanto fosse limitante la paura.

Vuoi saperne di più o un'assunzione non vincolante?

Se sei claustrofobico, pianificane uno colloquio di assunzione senza impegno per saperne di più sul trattamento.

Di cosa hanno veramente paura le persone con claustrofobia?

La claustrofobia deriva dalla parola latina claustrum, che significa "un luogo chiuso" e la parola greca paura, paura. Letteralmente è quindi la paura dei luoghi chiusi.

Ciò di cui ha paura esattamente chi soffre di claustrofobia è diverso. In alcuni, la paura è limitata a spazi fisicamente piccoli (spesso senza finestre), e in altri si manifesta anche in mezzo alla folla. Le situazioni temute sono: servizi igienici, scanner MRI, grotte, autobus, treni, tunnel, ascensori.

Molte persone con claustrofobia non sanno esattamente cosa temono. A volte si tratta di paura di soffocare. Spesso la claustrofobia ruota principalmente intorno paura della paura, o paura di ciò che potrebbe accadere se non puoi scappare. Dopotutto, se sei ansioso, c'è una forte tendenza a lasciare la situazione. Poiché questo non è possibile in uno spazio chiuso, sono proprio questi tipi di luoghi a suscitare paura. Qualcuno potrebbe quindi temere di impazzire o, ad esempio, avere un attacco di cuore a causa della paura.

Relativamente poco è noto nella scienza su come e perché sorgono le fobie. A volte c'è una ragione chiaracome una brutta esperienza, ma non devi.

Per l' trattamento presso le cliniche Kindt non importa come sia iniziata la claustrofobia o quanto tempo sia andata avanti.

Ricerca: claustrofobia negli scanner MRI

da Onderzoek mostra che circa il 4-20% dei pazienti rifiuta di sottoporsi a una risonanza magnetica per paura della scansione. Poiché una risonanza magnetica dura in media 50 minuti, non sorprende che evochi la paura nelle persone con sentimenti claustrofobici.

Ander Onderzoek sottolinea che una risonanza magnetica può persino evocare ansia in persone che in precedenza non soffrivano di claustrofobia. Questo studio ha coinvolto persone a cui non era stata precedentemente diagnosticata la claustrofobia. Nonostante ciò, il 25% delle persone ha sperimentato un certo grado di ansia nello scanner MRI. Il 4% non è riuscito nemmeno a completare la scansione.

Questi studi confermano quanto possa essere restrittiva la claustrofobia; evitare la paura può superare l'importanza della necessaria visita medica.

Non è sempre chiaro come si ottiene la claustrofobia, ma ancora più importante: come si fa a sbarazzarsene?

Più dell'80% dei trattamenti riesce in una volta e un altro 10% la seconda volta.

Trattamento della claustrofobia

A Kindt Clinics trattiamo la claustrofobia con il Metodo Memrec. La scoperta del metodo causò molto all'epoca attenzione nel mondo scientificoe fortunatamente da anni otteniamo gli stessi risultati nella pratica. Più dell'80% dei trattamenti riesce in una volta e un altro 10% la seconda volta. E anche importante: l'effetto è permanentemente.

Sebbene il trattamento sia breve (cerchiamo un piccolo spazio una volta), non è un trattamento facile. I fattori di successo più importanti sono: dobbiamo essere in grado di generare correttamente la paura, e poi dobbiamo riuscire ad affrontare quella paura, e quindi non cedere alla tendenza a fuggire. Ovviamente noi aiutiamo in questo.

Perché la motivazione per sbarazzarsi della paura è importante affinché il trattamento abbia successo, lo è colloquio di ammissione presso le cliniche Kindt senza impegno. In questo modo è possibile fare una scelta consapevole per il trattamento.

La claustrofobia ti dà fastidio o noti che sta peggiorando? Quindi iscriviti per un colloquio di assunzione senza impegno.

Presa

Il colloquio di assunzione segue dopo la registrazione. Lo facciamo tramite Skype o un altro programma di videochiamata o presso la nostra clinica. L'assunzione è senza obbligoe ha lo scopo di determinare se il metodo Memrec è adatto e se si desidera il trattamento.

trattamento

Il trattamento di solito consiste in una seduta di trattamento. In questo cerchiamo un piccolo spazio. L'aspetto esatto di quello spazio varia a seconda del trattamento e della persona. Dopo il confronto, prendi la pillola (un beta-bloccante) e rimani con noi per altre 2 ore.

prova

Tornerai per il test o pochi giorni dopo. Torniamo nella stanzetta e si nota subito se il trattamento ha avuto successo. Ci prendiamo tutto il tempo per esercitarci in diverse situazioni, in modo da acquisire fiducia che la paura non tornerà.

Partecipa al trattamento di un'altra fobia

Non abbiamo immagini del trattamento della claustrofobia. Ma per avere un'idea del trattamento puoi guardare questo estratto dal canadese programma documentario The Nature of Things. L'anno scorso sono stati alle cliniche Kindt per intervistare Merel Kindt e per filmare una serie di trattamenti.

In questo episodio si vedono frammenti del file trattamento delle vertigini da Eva e il trattamento di fobia del pollo di Mirjam.

L'esperienza di Sanne

Sanne Verkade - claustrofobia

“Sono stato curato per la mia claustrofobia alle Kindt Clinics. Il trattamento è stato molto intenso ma ne è valsa la pena. Dopo anni posso finalmente dire che sono libero dalla paura. Ci sono ancora alcune situazioni che provocano tensione e nervosismo, ma non sono niente in confronto a quello che provavo prima del trattamento. Consiglierei a tutti di sottoporsi a questo trattamento. Se avessi potuto, l'avrei fatto anni prima ".

"Se avessi potuto farlo anni prima"

Che aspetto ha il confronto?

La claustrofobia si presenta in molte forme diverse. Per alcuni, la paura di soffocare ruota attorno all'idea di rimanere bloccati negli altri. Per uno è particolarmente importante quando è solo e con l'altro in grandi folle. Uno ha paura di soffocare, un altro di un attacco di cuore, e ancora un altro non sa nemmeno esattamente di cosa ha paura.

Con il trattamento Memrec, poniamo molte domande sulla paura durante il colloquio di assunzione, per assicurarci di includerne tutti gli aspetti durante il trattamento. Cerchiamo la situazione che meglio si adatta alla paura.

Optiamo per uno scanner MRI durante il trattamento, ma hai paura anche degli ascensori o viceversa? Se va bene l'effetto del trattamento si estende a tutti i tipi di piccoli spazi. Siamo felici di testarlo con te

Stai considerando un trattamento Memrec ora o in futuro? Contattaci o pianifica un colloquio di assunzione senza impegno

Memrec è adatto alla mia claustrofobia?

Potresti avere dubbi sul fatto che il metodo Memrec sia adatto ai tuoi reclami. Non esitate a contattarci per sottoporci la vostra situazione. Tutti i nostri dipendenti sono psicologi, quindi verrai immediatamente contattato da qualcuno che potrà aiutarti ulteriormente.

Oppure registrati direttamente per un colloquio di assunzione senza impegno. Sulla base di questa intervista sappiamo se Memrec è adatto a te e puoi decidere se optare o meno per il trattamento.